Stampa

Cronaca dell'inaugurazione della Casa della Musica

Mercoledì 19 ottobre, nelle ultime ore di lezione, c’è stata nel cortile della nostra scuola l’inaugurazione della “Casa della Musica”.

È stata ristrutturata la vecchia palazzina a due piani, che prima era la casa del custode e che era in condizioni di estremo abbandono e pericolo per la mancata manutenzione.

Grazie alla delibera del Consiglio di Amministrazione, che ha impegnato il contributo delle famiglie, è stato possibile realizzare un bel progetto di ricostruzione che ha completamente rinnovato il tetto, gli interni, i pavimenti, le finestre, gli impianti idrici, elettrici e il riscaldamento.

IMG 3980lowIl progetto di ristrutturazione, predisposto tecnicamente con grande professionalità dall’architetto Martina Sibona, è stato poi eseguito magistralmente da una valida squadra di operai diretti da Aroldo e Gustavo, che eseguono la manutenzione periodica in tutta la scuola.

Erano presenti alla festosa cerimonia tutti gli alunni della Scuola, accompagnati dai loro insegnanti, molti genitori, il preside, la d.ssa Aurora Russi, responsabile dell’Ufficio Scuola per l’Ambasciata Italiana, e vari esponenti delle associazioni regionali che promuovono la cultura e i prodotti italiani.

L’allegria e la festosità dell’evento sono state rese ancora più frizzanti da due splendide esecuzioni musicali che dovevano, nel modo più significativo e augurale, dare il significato alla cerimonia: aprire la nuova “Casa della Musica” a tutti gli alunni che desiderano avvicinarsi alla più nobile delle arti.

Gli alunni della Scuola Media, diretti dal Prof. Fabio Zannoni, che è il direttore responsabile dei progetti musicali, hanno eseguito una composizione per violino ed archi di Vivaldi.IMG 3990low

Le note vibravano nell’aria assolata commuovendo gli animi e riempiendo di orgoglio genitori ed insegnanti: un’esecuzione straordinaria, nel silenzio incantato del cortile pieno di bimbi attentissimi (a volte i miracoli accadono). 

La seconda esibizione è stata offerta dall’Associazione sarda “Ichnusa”, il cui direttore è una persona sensibile e piena di entusiasmo, Gianni Garbati: i cantori del gruppo vocale “Sas battor colonnas” hanno cantato con grande virtuosismo vocale arie della tradizione contadina, regalando pure emozioni a tutti i presenti.

Applausi a scena aperta e conclusione con il tradizionale taglio del nastro, per visitare la “Casa della Musica”.

Per finire in bellezza, Mario, il gestore della ristorazione, insieme ai suoi assistenti, ha distribuito bevande e pizzette ai numerosi bambini che si sono lanciati verso le tavole imbandite.

Una giornata memorabile: come direbbe Catullo, "... lucem candidiore nota...".